Benvenuti su Entomologando, un blog che si occupa di Entomologia e Naturalismo. Ci trovi sui principali social network: Facebook, YouTube, Google+. Puoi anche iscriverti alla Newsletters e diventare Lettore fisso. Novità: Ogni Settimana un nuovo post.

5 agosto 2015

La Cataglyphis bombycina, una maga contro l'afa

La Cataglyphis bombycina, comunemente chiamata formica d'argento del Sahara, vive in Nord Africa dove quotidianamente deve sopportare temperature al suolo che sfiorano i 70°C. Per adattarsi ha sviluppato interessanti strategie evolutive, come zampe molto lunghe, che la tengono lontano dalla sabbia su cui cammina, proteine che consentono lo svolgimento delle normali funzioni cellulari anche a temperature estremamente alte e infine una fitta peluria dai bagliori argentati. Il comportamento della formica d'argento si è evoluto in modo che esce dalla tana solo quando è certa di trovare cibo in breve tempo: le sue incursioni sotto il sole del deserto durano appena 10 minuti. E avvengono all'ora di pranzo, quando le alte temperature tengono alla larga le lucertole predatrici e regalano alle formiche affamate i cadaveri di altri insetti uccisi proprio dal caldo. La strategia più affascinante è la fitta peluria di peli di forma triangolare, che riflette la luce visibile e gli infrarossi, le lunghezze d'onda più calde. Si è dimostrato che le stesse formiche "depilate" raggiungono temperature corporee di 5-10 °C più alte rispetto a quelle delle colleghe "pelose". Uno stratagemma evolutivo di tutto rispetto. Non perderti la nuova puntata di Curiosità viventi: "Quanti fiori servono per 1kg di miele?". Se non lo avete ancora fatto iscrivetevi al canale youtube di Entomologando per non perdervi i prossimi video.

Nessun commento:

Posta un commento