Benvenuti su Entomologando, un blog che si occupa di Entomologia e Naturalismo. Ci trovi sui principali social network: Facebook, YouTube, Google+. Puoi anche iscriverti alla Newsletters e diventare Lettore fisso. Novità: Ogni Settimana un nuovo post.

30 ottobre 2013

Papilio machaon

Oggi per la rubrica incontri incontriamo un esemplare di Papilio machaon. E' un lepidottero appartenente alla famiglia Papilionidae. Non è difficile incontrarla e notarla soprattutto nelle campagne o in collina dall'inizio della primavera fino ad autunno inoltrato. Lo si può incontrare anche nel centro abitato come questo esemplare in foto. I bruchi sono verdi con anelli neri punteggiati di giallo. Si nutrono di piante come ad esempio il finocchio e la carota. Se disturbati, estroflettono da dietro la testa un paio di ghiandole a forma di corno, che emettono un odore repellente che tiene lontani i predatori.

14 ottobre 2013

Erinaceus europaeus su Geo!

Oggi su Geo, per chi non lo conosce programma scientifico di Rai3, è andata in onda una mia foto di un Riccio comune (Erinaceus europaeus). Il riccio comune appartiene all'ordine degli Insettivori e alla famiglia degli Erinaceidi. Caratteristica di questo animale sono gli aculei, che sono peli modificati e resi rigidi dalla presenza di cheratina. In adulto sono presenti circa 5000 aculei. I ricci si difendono appallottolandosi spingendo gli aculei verso l’esterno. In autunno, il ricco, va alla ricerca di una tana ben riparata o riparo tra le foglie secche per andare in letargo, questa fase dura orientativamente da ottobre a maggio. Durante i mesi estivi non è difficili incontrare questi animali. Ama vivere nei boschi, spesso lo ritroviamo in prossimità delle abitazioni, oltre che visitatore dei giardini. LINK video Foto

2 ottobre 2013

Ala di una farfalla al microscopio

Ala di una farfalla al microscopio. La parola “lepidotteri” significa letteralmente “ali con le scaglie” e deriva dalle piccole squame presenti sulle ali poste una sull’altra a modo di tegola. Dalla foto si evincono le piccole scaglie ovali che ricoprono le ali; all'occhio naturale sembrano un semplice pulviscolo. La scaglie contengono dei pigmenti chimici che determinano le colorazioni ed i complessi disegni che caratterizzano le ali.